Un Milione in più a di IMU a Verona, mentre a Isola della Scala non si sa

E’ scritto chiaramente nel Corriere Verona che l’IMU sui capannoni effettivamente incassata dal Comune di Verona ha superato le attese. Una buona notizia, dato che l’IMU di tale specie viene prima raccolta in un Fondo Nazionale di Solidarietà, poi redistribuita secondo dati parametri…

L’articolo parla anche di altri comuni del veronese: piange Isola Rizza, così così Bovolone…evoca una tabella del Ministero che comunque non è a disposizione nel giornale e che francamente non ho trovato(ma mi riservo di cercarla ancora, sono un curiosone…)

Su Isola della Scala, dove il sindaco era Presidente della provincia, non è dato sapere…e comunque i soldi servirebbero, almeno per mettere bene un pò di strade che inspiegabilmente sono messe peggio eprsino di un paese come Vigasio, che di entrate di IMU da capannoni certo non festeggia, dato che la sua zona industriale è piccola e tutto si è basato su un progetto, quello dell’Autodromo, che è rimasto sospeso nel Limbo.

Qualcuno dalle parti della maggioranza potrà sostenere che l’IMU per fondi terrieri è maggiore proprio in Vigasio e Trevenzuolo, grazie al progetto sopracitato che ha espropriato di fatto i terreni agricoli ai privati con avvio dei lavori in data da destinarsi, e comunque un paese come Trevenzuolo ha una zona industriale gigantesca rispetto al centro abitato, e come Nogarole Rocca può ambire a buone entrate di questo tipo…

Allora lancio una proposta, dato che i dati in modo più o meno rabberciato si trovano su internet tramite bilanci consuntivi e preventivi online…le amministrazioni facciano assemblee, dove spiegano in modo chiaro quali si ritengano sia i punti di forza e debolezza strutturale di un comune.

E’ una sfida, perché le maggioranze non lo faranno mai…ma sarebbe utile almeno per avvicinare il più possibile persone, partendo dal presupposto che solo attraverso la partecipazione reale dei cittadini, che vada oltre sciocche contrapposizioni di destra o sinistra(questo mi sento di dirlo almeno in ambito comunale), si pujò pensare a un futuro per un’Italia che è nei fatti fallita culturalmente, sotto un profilo economico, prima ancora che economicamente…

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...