Il Gusto del Budino: pago la PA per fare, NON PER PENSARE

Oggi vi rubo dieci righe, ne metto poi venti per dirvi il resto e due per salutarvi…dato che internet avvicina gli animi(le due sono queste!).

E’ uscita, limitatamente al mondo Motorizzazione Civile, una Circolare Interpretativa del Ministero Trasporti, riguardo all’art 94 comma 4 bis del Cod della Strada. Per farla breve, dal 2010(!!!) si prevede che sulla carta di circolazione sia aggiornata la situazione giuridica del veicolo non solo riguardo la proprietà o il patto di riservato dominio. Situazionew che riguardi la DISPONIBILITA’ del mezzo, tanto che il futuro dovrebbe essere DUPLICATO per cambio di proprieta’, ed ETICHETTE per comodato, sequestro, e disponibilità diverse oiltre i 30 gg. Ma non ditelo in giro!!! Stiamo ancora aspettando il  Decreto eventuale che regolamenti l’emissione dei duplicati…che è del 2012: due annucci!!

Capite cosa si intende con Riforma della PA e quanta speranza si ripone sul Decreto oggi annunciato? Il problema sono i regolamenti e le disposizioni applicative che sono in ritardo siderale, anche grazie a una tortuosa realtà normativa che circonda tutto l’ambiente amministrativo.

Ha ragione Prodi(si, proprio Romano), quando dice a Alan Friedman che in Italia il mondo amministrativo  impedisce le riforme. non dice nulla di diverso da quanto pensa Berlusconi o Renzi. Solo Monti, forse, non lo aveva capito. Un Consiglio di Stato che dia il previo consenso alle normative ministeriali è una cosa(pensato così anche in Francia, più o meno), un Consiglio di Stato che con i TAR è subissato di ricorsi su atti amministrativi è un’altra. Chiaro che SE i dirigenti amministrativi sono IN LINEA con le posizioni politiche espresse dall’elettorato, i tempi dovrebbero accorciarsi perché ci si aspetta collaborazione e armonia di intenti e opere. Ma per ottenere questo, ecco che Renzi va a immaginare un sistema di uno Spoil System che vada oltre la legge nei fatti, oltre quei primi 90 gg di insediamento, permettendo agli eletti di cambiare i dirigenti nell’arco del loro mandato elettorale. Si entrano in tecnalità e aspetti tipici di un apparato amministrativo che è incomprensibile ai più. Bisogna affidarsi a politici di vecchio corso come Pietro Ichino per capire cosa sta bollendo in pentola…e non è detto che ci imbrocchi...tanto da ricordarmi che se le condizioni contrattuali fossero pari tra privato e pubblico, oltre ad avere molta più equità sociale, probabilmente il tutto risulterebbe molto più trasparente!!!

E il tempo per studiare i tecnicismi magari lo spenderemmo in qualcosa di più fruttuoso….

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...