Parlare del Giusto e del Reale

Tre dati, che sembrano completamente slegati tra di loro: trova il nesso.

Dal 2012 al 2013 l’età media degli italiani sale da 43 anni a 43, 3. Siamo il paese più vecchio dell’Europa( non so se del Mondo). Un dato positivo è che in Italia si vive più a lungo…questo però vuol dire anche che necessariamente in pensione ci si va più tardi.

La Lega Nord ha esultato al raggiungimento delle 500.000 firme per il referendum contro la riforma Fornero. Sulla FORNERO SI RIVERSA L’ODIO DEL POPOLO, che si sente umiliato davanti al pianto nevrotico di quella che è considerata la più grande esperta di welfare in Italia.

Un partitino come FARE aveva proposto di porre un tetto all’indicizzazione ai prezzi delle pensioni sopra 3500 euro…e addirittura Boldrin aveva proposto di porre tutti a una pensione calcolata in base ai contributi versati. Il ragionamento è che, posto un livello minimo(700-800 euro), dato che dei 18.000.000 di pensionati quasi 7 non raggiungono i 1000 euro, si possono creare economie legate anche all’equità di elargire pensioni in funzione di quanto si è  realmente contribuito.

Ovviamente, la cosa risulta impopolare proprio a chi gestisce il paese: pensionati d’oro, con indennità alte, che però riferiscono al popolino che è necessario abbassare le pensioni. Chiaro che la gente si infuria, un pò meno che si arrabbi con il liquidatore fallimentare- in questo caso la Fornero- ma se manca la cultura necessaria a capire chi ha le vere responsabilità, tant’è.

 

Per inciso, chi lavora oggi di pensione prende poco o niente. Ma tanto sono sempre meno….

 

Alfano oggi ha dichiarato che molti degli immigrati che arrivano in Italia sono solo di passaggio. verità indiscussa incontestata,e  declamata a furor di popolo da Udo Gumpel , giornalista tedesco in Italia.

Domanda: ma i tedeschi sono i primi della classe o i leader politici di un’Unione?

Domanda: ma c’è un’Unione?

Una cosa che non viene sufficientemente spiegata, mi sembra in tutta Europa. è che un continente piccolo e sovrappopolato come il nostro punta a migliorare l’efficienza dell’utilizzo delle risorse, non a crearne nuove. Quelle umane si…ma poco altro.

 

Terzo dato. Un certo Filini se ne intende di democrazia monetaria, e accusa la Banca centrale Europea di detenere un monopolio, quello della moneta euro, senza che alcuna legge lo preveda. Leggete qui.

Frase celeberrima: “è ora che l’euro sia riconosciuto di proprietà dei popoli europei che sono creditori e non debitori dello stesso di fronte al sistema finanziario”.

Mica è teoria propriamente sua, la recupera da Giacinto Auriti, con la teoria dell’Induzione Monetaria…

Che le banche nazionali mettano la moneta nelle poste passive risulterà anche un problema contabile ma non è a mio avviso un problema reale SE( e sottolineo SE) il corrispettivo negli attivi è titoli, metalli, crediti…che rappresentano RICCHEZZA REALE, corrispettivo di un sudore della fronte umano, per dirsi…

 

Che collegamento c’è tra queste tre questioni? La sostenibilità. In tutti e tre i casi, la questione parte da cosa sia giusto fare…e si scontra con ciò che è sostenibile.

E’ giusto alzare le pensioni a un italiano e non a un francese(Holland le ha riportate a 60 anni)? Chi pone il  problema su un profilo di sostenibilità, non trova i favori della maggioranza che governa.

E’ giusto che l’Italia vada per il Mar Mediterraneo a recuperare immigrati e li scarichi sugli altri paesi? Su questo Udo ci marcia un pò…ma la sostenibilità è sottesa dal numero degli effettivi asili politici…e dalle perdite economiche che qualcuno si deve addossare e che Gumpel cita

E’ democratico e giusto che le banche nazionali stampino moneta e mettano l’aggregato monetario nelle passività? La sostenibilità del sistema si basa su una ricchezza reale che dia valore alla moneta, e se decidi di soprassedere a questo ti indebiti con le generazioni future.

Ma cosa è giusto e cosa è sbagliato? In parte dipende anche dalla sensibilità popolare di un periodo in una determinata società.

Ciò che è sostenibile è ciò che invece è determinato da madre natura…e da lì non si scappa…e non vi sarà alcuna piroetta dialettica che potrà ovviare a questo vincolo.

Perché non vi è nulla più di estrema detsra di quanto lo sia la Realtà…. 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...