ALBERTINI: Se i sindacati dicon SI, che meraviglia!!!

Francamente, ho nostalgia di quando scrivevo su argomenti più “lontani”, ma preso un osso si mastica fino in fondo…e i giornali finalmente trattano del problema dopo che per tanto tempo lo hanno “insabbiato con discrezione”…

I sindacati si sono proposti per dialogare con l’IAA di Verona, in merito a un’analisi della gestione della Casa di Riposo.

Dove sta la notizia in questo??? Penso ci sia la volontà di de-politicizzare il problema, cioè di porre le istituzioni davanti alla necessità di quadrare il cerchio sotto un profilo gestionale e tecnico, prima ancora che politico…

In effetti, se l’IAA di Verona accorpasse la Albertini, al comune di Isola della Scala sarebbe tolta la prerogativa di nominare componenti in un CdA di un ente controllato. Più precisamente, al sindaco.

Valutando la filosofia che si è finora avuto nel gestire controllate e partecipate, direi che è meglio così. Ma non mi va nemmeno di passare dalla padella alla brace.

http://www.iaaverona.it/Trasparenza.html

Senza collegarlo a parole testuali, lascio qui il collegamento dei documenti riguardanti trasparenza e bilanci dell’IAA. E’ tutto molto carino, sicuramente ci sono i bilanci, i responsabili di ogni funzione…

Però manca lo Statuto. Dato che nel sito si parla di “Operazione Trasparenza” direi che è una lacuna importante.

Lo è, perché dallo Statuto comprendo anche con quali criteri è composto un CdA, e tali criteri devono essere chiari a qualsiasi cittadino che voglia prendere informazioni sulla struttura, a mio avviso.

Vi sfido. Non per me, ma per voi. Mandate un email a info@iaaverona.it e chiedete, in qualità di cittadini interessati, che lo Statuto dell’ente sia visibile online sul sito. E’ un passo necessario per proseguire nell’operazione trasparenza che è tanto declamata nel loro web site…

Io la manderò.

Si guardi, per dare un esempio, lo Statuto della Albertini, riscontrabile su internet:

http://www.cralbertini.it/scarica/statuto-Albertini.pdf

All’articolo 10 è reso noto che il CdA è nominato dal Sindaco del comune, e che poi vi è un controllo-in verità piuttosto blando, a giudicare dallo Statuto- della Regione.

Io riterrei giusto che un cittadino elettore SAPPIA a chi deve la gestione di un istituto o ente. E ne conosca le responsabilità politiche legate ad essa

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...